simbolo_SCN

La struttura del servizio civile nazionale

Nell’attuale Legislatura, la delega in materia di servizio civile nazionale è stata attribuita al Ministero del Lavoro e del Welfare e in modo specifico al Sottosegretario on. Luigi Bobba.

L’organismo istituzionale che gestisce e coordina il servizio civile nazionale è l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile (UNSC), che dal 2012 è stato assorbito nel Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, e che ha il compito di amministrarlo e curarne l’organizzazione, approvare i progetti, emanare i bandi per i volontari, supervisionare gli enti. Presso l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile operano anche la Consulta Nazionale per il Servizio Civile.

L’INAC e il servizio civile nazionale

L’INAC, ente di 1a Classe con sedi in tutte le regioni d’Italia ed aderente dal 2015 alla CNESC-Conferenza nazionale enti di servizio civile, ha scelto di accreditarsi e progettare nel campo del servizio civile nel 2006, spinti da alcune precedenti esperienze positive e dalla volontà di misurarsi con un modo nuovo di essere patronato. Obiettivo di questo impegno: collegare le finalità del Patronato nella difesa dei diritti sociali dei cittadini, soprattutto nell’attenzione verso gli anziani e nell’accoglienza verso gli stranieri, con quelle del servizio civile nazionale, della “difesa della Patria” e del coinvolgimento dei giovani.

Bando per partecipare al Servizio Civile 2018