Accertamento dell’esistenza in vita 2018

Cos’è

Per assicurare la regolarità dei pagamenti, Citibank verifica ogni anno l’esistenza in vita, l’indirizzo e la residenza del pensionato. I diversi sistemi di accertamento sono basati sulla richiesta di attestazioni del pensionato avallate da “testimoni accettabili” (autorità legittimate ad accertare l’identità del dichiarante) e sulla localizzazione di una o più rate di pensione presso sportelli di un operatore locale (“partner di appoggio”) per la riscossione da parte del pensionato

A chi è rivolto

L’accertamento dell’esistenza in vita è nei confronti dei pensionati residenti all’estero.

Come funziona

La rilevazione dell’esistenza in vita avviene ogni anno con la spedizione ai pensionati del plico che contiene la lettera esplicativa e il modello di attestazione. La lettera presenta anche la lista dei testimoni accettabili per il Paese di residenza del pensionato (un rappresentante di un’ambasciata o consolato italiano o un’autorità locale abilitata ad autenticare la sottoscrizione dell’attestazione di esistenza in vita) e l’indicazione della documentazione di supporto da allegare.

Ai pensionati vengono concessi 120 giorni per trasmettere a Citibank le attestazioni richieste. Per consentire un’ordinata e tempestiva gestione del flusso di rientro delle dichiarazioni, il modulo di attestazione dell’esistenza in vita è personalizzato per ciascun pensionato.

Inoltre, gli operatori di patronati operanti all’estero possono utilizzare la trasmissione telematica dei moduli di attestazione dell’esistenza in vita: l’operatore di patronato abilitato può caricare direttamente sul sistema informatico della banca le copie in formato elettronico dei moduli o certificati di esistenza in vita e dei documenti di supporto, debitamente completati e sottoscritti a seconda dei casi, evitando l’invio postale.

Fonte: inps.it

Percepisci la tua pensione in Albania? Passa dai nostri uffici per la campagna di esistenza in vita!

WhatsApp Image 2018-05-03 at 11.07.41

fb-art Google-Map2-1024x931

Aperte le procedure per le preiscrizioni universitarie alle Università italiane per gli studenti albanesi!

ATTENZIONE: Sono aperte le procedure per le preiscrizioni universitarie. Per i corsi a numero chiuso le preiscrizioni universitarie saranno possibili solo entro e non oltre il 24 luglio.

Le informazioni si riferiscono all’utenza residente nella circoscrizione della Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia a Tirana,ossia per coloro che risultano essere residenti nei seguenti distretti albanesi: Malësi e Madhe, Shkodër, Lezhë, Tropojë, Pukë, Mirditë, Has, Kukës, Dibër, Tiranë, Durrës, Kavajë, Peqin, Elbasan, Gramsh, Librazhd, Bulqizë, Mat, Krujë, Kurbin, Pogradec, Korçë, Devoll e Kolonjë.

Gli studenti che intendano immatricolarsi ai “CORSI di laurea a numero programmato” in (Medicina e Chirurgia, Medicina e Chirurgia in inglese (ove attivati dagli atenei), Odontoiatria e Protesi Dentaria, Medicina Veterinaria, Architettura, Professioni Sanitarie, Scienze della Formazione Primaria) devono registrarsi per la prova d’ammissione sulla pagina internet: http://www.universitaly.it.

Contattaci per fissare un appuntamento ci prenderemo carico di tutta la procedura di preiscrizione al posto tuo!

Fonte: ambtirana.esteri.it

fb-art Google-Map2-1024x931

“Study in Italy” / Il nuovo portale per l’orientamento scolastico ed universitario

È online il nuovo portale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale!

“Study in Italy” fornisce, in italiano ed inglese, informazioni riguardo il sistema educativo italiano, orientamento scolastico ed universitario e come conseguire una borsa di studio.

Ti ricordiamo, inoltre, che noi di INAC Albania siamo a vostra disposizione per orientare ed assistere gli studenti albanesi interessati a studiare in Italia.

///

Portali i ri i Ministrisë së Punëve të Jashtme dhe Bashkëpunimit Ndërkombëtar është online!

“Study in Italy” ofron, në italisht dhe anglisht, informacion në lidhje me sistemin arsimor italian, orientimin shkollor dhe universitar dhe si të fitojë nje bursë studimi.

Gjithashtu ju kujtojmë se ne në INAC Albania jemi në dispozicionin tuaj për të orientuar dhe ndihmuar studentët shqiptarë të interesuar për të studiuar në Itali.

Fonte: https://studyinitaly.esteri.it/

Carosel_1

fb-art Google-Map2-1024x931

Terminata la sesta edizione di “Studiare in Italia” 2018

L’evento organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura con il sostegno dell’Ambasciata d’Italia a Tirana aveva l’obiettivo di promuovere e sostenere il sistema accademico italiano in Albania.

Il Team di INAC Albania, instaurando un contatto diretto con gli studenti, ha fornito informazioni utili sulle procedure per le iscrizioni e l’assistenza necessaria per andare in Italia a studiare.

Restiamo a disposizione, presso il nostro ufficio, per tutti coloro che desiderano ricevere ulteriori informazioni a riguardo.

///

Eventi i organizuar nga Instituti Italian i Kultures me mbeshtetjen e Ambasades Italiane ne Tirane ka objektivin qe te promovoje dhe te mbeshtese sistemin akademik italian ne Shqiperi.

Stafi i INAC Albania, informoi mbi procedurat per regjistrimin dhe ndihmen e nevojshme persa i perket studimeve ne Itali, duke pasur nje kontak direkt me studentet.

Mbetemi ne kontakt, prane zyres sone, per te gjithe ata qe deshirojne te marrin informacione te tjera per ceshtjen ne fjale.

 

727e9322-d9cb-4092-99d4-1d724a42c013afe67a50-4806-42bb-aacd-705cd75d2177IMG_20180324_122623IMG_20180324_101844a2669be3-36fa-4b65-968e-b02a3984eb93

fb-art Google-Map2-1024x931

INAC Albania presente alla sesta edizione di “Studiare in Italia”.

INAC Albania presente alla sesta edizione di “Studiare in Italia“. Fiera che ospita più di 30 istituzioni accademiche italiane per un incontro diretto e personalizzato con gli studenti albanesi interessati a studiare in Italia.

///

INAC eshte e pranishme ne edicionin e gjashte ”Te studiosh ne Itali”. Panairi mirëpret 30 institucione akademike italiane per nje takim direkt me studentat shqipetareve qe jane te interesuar te studiojne ne Itali.

IMG_20180324_102928

fb-art Google-Map2-1024x931

Studiare in Italia – 6° Edizione 2018 – Tirana | 23-24 Marzo 2018

Nei giorni 23 – 24 Marzo 2018 saranno presenti a Tirana 37 istituzioni accademiche italiane fra Università, Accademie di Belle Arti e Conservatori, queste ultime a Tirana per la prima volta.

L’evento organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura con il sostegno dell’Ambasciata d’Italia a Tirana ha l’obiettivo di promuovere e sostenere il sistema accademico italiano in Albania. E’ infatti all’Italia che molti giovani albanesi guardano con grande interesse per iniziare o proseguire gli studi universitari, un paese che continua ad essere preferito per vicinanza geografica, legami storici, economici, linguistici e culturali.

Alla Fiera sarà presente anche l’Ambasciata d’Italia che fornirà informazioni utili sulle procedure per le iscrizioni e l’assistenza necessaria per andare in Italia a studiare. Prenderanno parte alla Fiera anche diverse associazioni attive nell’orientamento degli studenti albanesi in Italia (Ipsia-Acli, Inas Cisl, Inac, etc.).

Programma

Per ulteriori informazioni:  iictirana@esteri.it – tel. +35 4 2379580

Fonte: http://www.iictirana.esteri.it/iic_tirana/it/

fb-art Google-Map2-1024x931

 

 

 

Anagrafe Italiani residenti all’estero (A.I.R.E.) – 6 buoni motivi per iscriversi

(Ufficio di Riferimento: D.G.IT. – UFFICIO II)

L’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.) è stata istituita con legge 27 ottobre 1988, n. 470 e contiene i dati dei cittadini italiani che risiedono all’estero per un periodo superiore ai dodici mesi. Essa è gestita dai Comuni sulla base dei dati e delle informazioni provenienti dalle Rappresentanze consolari all’estero.

L’iscrizione all’A.I.R.E. è un diritto-dovere del cittadino (art. 6 legge 470/1988) e costituisce il presupposto per usufruire di una serie di servizi forniti dalle Rappresentanze consolari all’estero, nonché per l’esercizio di importanti diritti, quali per esempio:

  • la possibilità di votare per elezioni politiche e referendum per corrispondenza nel Paese di residenza, e per l’elezione dei rappresentanti italiani al Parlamento Europeo nei seggi istituiti dalla rete diplomatico-consolare nei Paesi appartenenti all’U.E.;
  • la possibilità di ottenere il rilascio o rinnovo di documenti di identità e di viaggio, nonché certificazioni;
  • la possibilità di rinnovare la patente di guida (solo in Paesi extra U.E.; per i dettagli consultate la sezione Autoveicoli – Patente di guida).

Devono iscriversi all’A.I.R.E.:

  • i cittadini che trasferiscono la propria residenza all’estero per periodi superiori a 12 mesi;
  • quelli che già vi risiedono, sia perché nati all’estero che per successivo acquisto della cittadinanza italiana a qualsiasi titolo.

Non devono iscriversi all’A.I.R.E.:

  • le persone che si recano all’estero per un periodo di tempo inferiore ad un anno;
  • i lavoratori stagionali;
  • i dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all’estero, che siano notificati ai sensi delle Convenzioni di Vienna sulle relazioni diplomatiche e sulle relazioni consolari rispettivamente del 1961 e del 1963;
  • i militari italiani in servizio presso gli uffici e le strutture della NATO dislocate all’estero.

L’iscrizione all’A.I.R.E. è effettuata a seguito di dichiarazione resa dall’interessato all’Ufficio consolare competente per territorio entro 90 giorni dal trasferimento della residenza e comporta la contestuale cancellazione dall’Anagrafe della Popolazione Residente (A.P.R.) del Comune di provenienza.

All’apposito modulo di richiesta (reperibile nei siti web degli Uffici consolari) va allegata documentazione che provi l’effettiva residenza nella circoscrizione consolare (es. certificato di residenza rilasciato dall’autorità estera, permesso di soggiorno, carta di identità straniera, bollette di utenze residenziali, copia del contratto di lavoro, ecc.). Qualora la richiesta non sia presentata personalmente va altresì allegata una copia del documento d’identità del richiedente.

L’iscrizione può anche avvenire d’ufficio, sulla base di informazioni di cui l’Ufficio consolare sia venuto a conoscenza.

L’iscrizione all’A.I.R.E. é GRATUITA.

Per le modalità di invio dei moduli via mail, fax, ecc. vi suggeriamo di visitare il sito web dell’Ufficio consolare competente per territorio.

L’aggiornamento dell’A.I.R.E. dipende dal cittadino.
L’interessato deve tempestivamente comunicare all’ufficio consolare:
– il trasferimento della propria residenza o abitazione;
– le modifiche dello stato civile anche per l’eventuale trascrizione in Italia degli atti stranieri (matrimonio, nascita, divorzio, morte, ecc.);
– il rientro definitivo in Italia;
– la perdita della cittadinanza italiana.

Il mancato aggiornamento delle informazioni, in particolare di quelle riguardanti il cambio di indirizzo, rende impossibile il contatto con il cittadino e il ricevimento della cartolina o del plico elettorale in caso di votazioni.

È importante che il connazionale comunichi il proprio indirizzo in modo corretto e completo attenendosi alle norme postali del Paese di residenza.

La cancellazione dall’A.I.R.E. avviene:

  • per iscrizione nell’Anagrafe della Popolazione Residente (A.P.R.) di un Comune italiano a seguito di trasferimento dall’estero o rimpatrio;
  • per morte, compresa la morte presunta giudizialmente dichiarata;
  • per irreperibilità presunta, salvo prova contraria, trascorsi cento anni dalla nascita o dopo la effettuazione di due successive rilevazioni, oppure quando risulti non più valido l’indirizzo all’estero comunicato in precedenza e non sia possibile acquisire quello nuovo;
  • per perdita della cittadinanza italiana;

AIRE SLIDE 01 MOD

Fonte: https://www.esteri.it/mae/it/italiani_nel_mondo/serviziconsolari/aire.html

fb-art Google-Map2-1024x931

 

 

Vi presentiamo i nuovi volontari del Servizio Civile Nazionale all’estero!

volontari

INAC Albania è orgogliosa di presentarvi Davide Antoni, Klesti Azizi, Andrea Verna e Fernando Xhani, i nuovi volontari selezionati per il progetto “Alba dei diritti – INAC in Albania 2017/2018”.

I volontari opereranno in supporto agli operatori INAC sia nelle attività a diretto contatto con l’utenza che in quelle di preparazione e supporto, che prevedono mansioni  quali  servizi  ausiliari,  aggiornamento  della  documentazione  e affiancamento  dell’équipe nella programmazione delle attività.

Lo svolgimento del Servizio civile all’estero offre ai giovani una occasione unica di crescita ed arricchimento personale e professionale e rappresenta uno strumento particolarmente efficace per diffondere la cultura della solidarietà e della pace tra i popoli.

I bandi di SCN all’estero – che vengono valutati dall’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile – hanno cadenza annuale e normalmente vengono banditi insieme a quelli per l’Italia.

Ogni singolo progetto viene realizzato in collaborazione con un ente d’accoglienza e un paese straniero. Tra quelli coinvolti ve ne sono sia europei che extra-europei e negli anni sono stati realizzati progetti in tutti i continenti.

Per saperne di più: http://www.serviziocivile.gov.it

fb-art Google-Map2-1024x931

 

 

Elezioni Politiche 4 Marzo 2018 – Opzione per l’esercizio del voto per corrispondenza nella circoscrizione estero.

Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento delle elezioni per il rinnovo del Parlamento, nonché i familiari con loro conviventi, potranno partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani (legge 459 del 27 dicembre 2001, comma 1 dell’art. 4-bis), ricevendo la scheda al loro indirizzo all’estero.

Per partecipare al voto all’estero, tali elettori dovranno far pervenire entro il 31 gennaio 2018 AL COMUNE d’iscrizione nelle liste elettorali un’apposita opzione.

E’ possibile la revoca della stessa opzione entro lo stesso termine. Si ricorda che l’opzione è valida solo per il voto cui si riferisce (ovvero, in questo caso, per le votazioni del 4 marzo 2018).

Per l’opzione è possibile utilizzare il modello scaricabile (a piè di pagina) da inviare per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano al Comune anche da persona diversa dall’interessato.

Alla dichiarazione di opzione, redatta su carta libera da rendere ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica del 28 dicembre 2000, n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), dichiarandosi consapevoli delle conseguenze penali in caso di dichiarazioni mendaci (art. 76 del citato DPR 445/2000):

  • deve essere obbligatoriamente allegata copia di documento d’identità valido dell’elettore
  • deve  contenere l’indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale,
  • deve contenere l’indicazione dell’Ufficio consolare competente per territorio
  • deve contenere una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza (vale a dire che ci si trova – per motivi di lavoro, studio o cure mediche – in un Paese estero in cui non si è anagraficamente residenti per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento delle consultazioni; oppure, che si è familiare convivente di un cittadino che si trova nelle predette condizioni).

Scarica qui il modello per l’opzione: Modello_Elezioni_2018

fb-art Google-Map2-1024x931